Seguici su

Sezioni

Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze

Il Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze (CCRR) è un’iniziativa di partecipazione politica allargata all'infanzia che comincia a svilupparsi alla fine degli anni Novanta.

Gli obiettivi che si propone vanno nella duplice direzione di, da un lato, educare i giovani alla partecipazione civile e politica della società in cui vivono e all’assunzione di responsabilità personali e di gruppo, dall’altro sollecitare il mondo adulto a riconoscerli come interlocutori nelle questioni che riguardano la loro vita e il futuro.

A Calderara l'esperienza del CCRR comincia all'inizio degli anni Duemila.

Il CCRR di Calderara si riunisce periodicamente nella sala consiglio del Municipio per scambiare opinioni e confrontarsi su problemi, proposte, idee, desideri che riguardano la vita dei ragazzi. I consiglieri rappresentano le loro classi e l’Istituto con il compito di dialogare con l'Amministrazione comunale, per elaborare insieme soluzioni ai problemi e realizzare nuovi progetti che migliorino la qualità della vita sul territorio.

Nell'anno scolastico 2014/15 il Consiglio si è insediato a fine ottobre e viene convocato ogni 15 giorni. I consiglieri sono 42 di II e III media.

Il progetto formativo del CCRR per l'anno è incentrato sul tema della legalità. Il filo conduttore è il progetto "Niente paura: un giorno normale", cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna, che prevede una serie di incontri e laboratori per approfondire il tema della legalità nelle sue diverse sfaccettature e che vedrà come momento centrale del percorso l'incontro e l'ospitalità di alcuni ragazzi del progetto Integra volto a sostenere bambini e ragazzi, che risiedono nei dintorni di Pozzuoli, e che vivono in un contesto sociale e familiare ad alto rischio criminalità. Obiettivo del progetto è duplice: da un lato, far scoprire ai ragazzi coinvolti che il concetto di ‘normalità’ varia a seconda dell’ambiente e da persona a persona; dall’altro quanto profondamente la pratica della legalità e il comportamento del singolo influenzino la propria vita e il contesto in cui si vive.

In parallelo viene sviluppato anche un filone civico-amministrativo che spiega ai ragazzi le differenza fra i vari enti all'interno dello stato italiano (comune, città metropolitana, regione, stato) e dell’Unione europea.

Per maggiori informazioni:

CCRR Calderara - link esterno

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/03/17 11:18:22 GMT+1 ultima modifica 2015-03-17T12:18:00+01:00

Valuta questo sito