Seguici su

Sezioni

Esplorazioni - Ricerca artistica e sguardi sul presente

Il programma gennaio-aprile 2020 delle Casa della Cultura è già online!

L’anno nuovo è alle porte e la Casa della Cultura Italo Calvino ha preparato per tutti noi un programma culturale molto ampio in numero e varietà di proposte, per iniziare il 2020 con tanti stimoli per la mente.

ESPLORAZIONI - ricerca artistica e sguardi sul presente” è il titolo del nuovo programma che vi invitiamo a leggere e a segnarvi i numerosi appuntamenti sull’agenda.

Come sempre, il programma prevede un Crocevia Culturale che spazia tra incontri, spettacoli e mostre, una ricca Fucina Creativa che offre una varia selezione di corsi e laboratori, e un Community hub, che stagione dopo stagione diventa sempre più ricco e che raccoglie tutte le iniziative nate dalla partecipazione attiva e creativa dei cittadini.

Clicca qui (pdf, 1.2 MB)per scaricare il programma.

 

Crocevia Culturale |eventi, mostre, incontri

 

Sabato 18 Gennaio, ore 19.30

INSIDE><OUTSIDE
Infinite Warfare
performance, dialogo, installazione e dj set

ideazione Collettivo Pac 13/18 [progetti di arte condivisa attorno all'adolescenza]
direzione artistica sezione corporea di Anna Albertarelli e Nuvola Vandini
direzione artistica sezione tecnologica di Roberto Passuti
con Federico Curti, Andrea Franchini, Giovanni Occhialini, Thomas Passuti, Fabio Rizzi, Enrico Zappoli
documentazione fotografica di Roberto Ruager
a cura di Maria Donnoli
si ringrazia Palestra Popolare TPO, Almadanza

Dal laboratorio permanente INSIDE><OUTSIDE incentrato su teatro fisico, danza e nuove tecnologie nasce la restituzione pubblica Infinite Warfare. Il percorso di ricerca, realizzato insieme a un gruppo di ragazzi adolescenti da un collettivo informale di artisti eterogenei (danzatori, performer, sound designer, digital designer), attraverso il tema dei videogame indaga istanze urgenti dell'adolescenza: il rapporto tra corpo, spazio-tempo, immagine di sé, relazioni, affettività e nuove tecnologie. Dall'osservazione del laboratorio permanente nasce la documentazione fotografica di Roberto Ruager. Le immagini del fotografo argentino accompagneranno il breve dialogo e il dj set successivo alla performance, a cura dei ragazzi del laboratorio permanente INSIDE><OUTSIDE.

 

Martedì 4 Febbraio, 10 Marzo e 7 Aprile, ore 20.00
RACCONTI DA OSTERIA E DANZE FILUZZIANE
a cura di Osteria del Mandolino e Carlo Pelagalli

Dopo il grande successo della scorsa edizione, riprende il ciclo di serate in compagnia dei grandi maestri della filuzzi che ci riportano a racconti inediti dal mondo del liscio e dalla vita da musicista. Un'occasione per stare insieme e per dare spazio alla narrazione, proprio come si faceva una volta, quando gli inverni erano rigidi, il riscaldamento era un piccolo focolare e internet non esisteva: ci si ritrovava in un posto caldo, i vecchi raccontavano favole ai bambini, le donne filavano la lana e se c'era un "suonatore", si suonava e naturalmente, si ballava.

 

Venerdì 7 febbraio, ore 18.30
TRILOGIA DELLA FINE DEL MONDO
presentazione editoriale
con Gerardo Guccini, Fabio Biondi, Mariano Dammacco e Serena Balivo

In questo incontro vengono presentati i tre libri della "Trilogia della Fine del Mondo" di Mariano Dammacco, editi da L’arboreto Edizioni. I libri comprendono la drammaturgia integrale dei tre spettacoli "L'inferno e la fanciulla", "Esilio" e "La buona educazione", le illustrazioni originali di Stella Monesi e un apparato critico in forma di conversazione tra Mariano Dammacco, autore, Serena Balivo, attrice, e Gerardo Guccini, docente di Drammaturgia presso l'Università di Bologna.

 

@ Teatro Spazio Reno
Venerdì 7 febbraio, ore 21.00
Piccola Compagnia Dammacco
ESILIO
con Serena Balivo e Mariano Dammacco
ideazione, drammaturgia e regia Mariano Dammacco
con la collaborazione di Serena Balivo
cura dell’allestimento Stella Monesi
luci Marco Oliani
spettacolo teatrale in collaborazione con ATER - Circuito Regionale Multidisciplinare

ESILIO racconta la storia di un uomo come tanti al giorno d’oggi, un uomo che ha perso il suo lavoro. Quest’uomo, interpretato da Serena Balivo (Premio UBU 2017 Miglior attrice under 35) en travesti, insieme al suo lavoro, gradualmente perde un proprio ruolo nella società fino a smarrire la propria identità, fino a sentirsi abbandonato e solo seppure all’interno della sua città, fino a sentirsi finalmente costretto a chiedersi come e perché è finito in tale situazione. E così gli spettatori possono partecipare al goffo e grottesco tentativo di quest’uomo di venire a capo della situazione dialogando con sé stesso, con la sua coscienza forse, con la sua anima o magari con le sue ossessioni. ESILIO è il secondo spettacolo della “Trilogia della Fine del Mondo” ideata nel 2010 da Mariano Dammacco.

 

Giovedì 13 Febbraio, ore 21.00
JAZZABILLY LOVERS
residenza creativa con anteprima
con John De Leo alla voce, Enrico Terragnoli alla chitarra, Stefano Senni al contrabbasso, Fabio Nobile alla batteria
concerto in collaborazione con ATER - Circuito Regionale Multidisciplinare

Gli standard in versione rock and roll e i temi delle canzoni di Elvis Presley e Stray Cats vengono riproposti in chiave improvvisativa in questo nuovo progetto di John De Leo. Un serissimo gioco di stilemi e linguaggi antipodici che coinvolge quattro musicisti eccelsi e dalle larghe vedute. E' l'anteprima di un progetto musicale imprevedibile e a tratti divertente che comprende anche brani inediti.

 

Sabato 29 febbraio, ore 18.30
IL PUBBLICO IN DANZA
comunità, memorie, dispositivi
presentazione editoriale
con Lorenzo Conti, Maddalena Giovannelli e Francesca Serrazanetti
dialoga con gli autori Fabio Acca

Il libro racconta come artisti, critici e operatori hanno lavorato negli ultimi anni per decostruire preconcetti e false aspettative legati alla parola "danza". Le testimonianze raccolte mostrano uno spettatore sempre più spesso chiamato a condividere esperienze inclusive e di comunità, a rispecchiarsi nelle memorie e nelle biografie dei performer, a entrare nel processo creativo grazie alla condivisione di dispositivi, alfabeti e codici. I nuovi paesaggi della danza sembrano favorire la creazione non solo di nuovi linguaggi artistici, ma anche di spazi e occasioni per le relazioni umane: un motore innescato nella sfera politica per dare vita a nuove trasformazioni sociali.

 

@ Teatro Spazio Reno
Sabato 29 febbraio, ore 21.00
Ariella Vidach - AiEP
TEMPORANEO TEMPOBEAT
idea e regia Claudio Prati e Ariella Vidach
coreografia Ariella Vidach in collaborazione con i danzatori
danzatori Chiara Ameglio, Giovanfrancesco Giannini, Manolo Perazzi, Stefano Roveda, Loredana Tarnovschi
secondo cast Sofia Casprini, Sebastiano Geronimo
composizione vocale Marzo Sambataro
programmazione audio max/msp Paolo Solcia
scenografia ed elementi visivi Claudio Prati
costumi AiEP
sostenuto nell'ambito di NEXT ed. 2019/2020, progetto di Regione Lombardia in collaborazione con Fondazione Cariplo
spettacolo di danza in collaborazione con ATER - Circuito Regionale Multidisciplinare

TEMPORANEO TEMPOBEAT è un’esplorazione delle possibilità coreografiche che nascono dalla relazione tra la danza contemporanea, la tecnologia wireless portatile e la beat boxing. Nella performance il rapporto tra movimento e suono si focalizza sull’uso della voce che viene declinata in forme non tradizionali. Una modalità compositiva leggera e transitoria caratterizza la coreografia in cui i cinque danzatori, dotati di dispositivi mobili di riproduzione del suono, aprono lo spazio scenico, visivo e sonoro, creando un dialogo serrato tra i corpi, fatto di azioni e reazioni. Il tessuto coreografico è contrappuntato da fonemi e beat vocali che consentono uno scambio continuo di ruoli tra gli interpreti. I codici coreografici, prima molto serrati nel procedere del lavoro, si amalgamano e fondono in un crescendo, trasformando la performance in un happening molto coinvolgente.

 

Venerdì 20 marzo, ore 18.30
VANDRING
inaugurazione mostra e talk di presentazione
di Manuel Portioli
a cura di Adiacenze

>> nell'ambito dell'Ecofesta 2020

VANDRING è un sostantivo norvegese che significa "camminare su lunghi percorsi", solitamente con calma. Tema della mostra sono i pellegrinaggi esteriori e le labirintiche digressioni interiori dell’artista e di tutti noi. La valle padana, i suoi piani e le sue nebbie, hanno accompagnato la percezione di paesaggio di Manuel Portioli essendo lui stesso di Reggio Emilia, non tanto dal punto di vista naturale, ma soprattutto nella sua parte industriale. Da sette anni in Norvegia, l’artista si confronta con un paesaggio la cui natura è molto più presente e altri sistemi economici e spirituali sono dominanti. Tramite queste differenze l’artista ha riscoperto le sue natie terre primigenie apprezzandone la natura e i suoi scorci paesaggistici, percependone lo strano potenziale utopico fatto di una vita più sana e una socialità rinnovata.

 

Sabato 21 marzo, ore 15.30
INTRECCIARE TRAME E RELAZIONI
creazione di un’opera collettiva
presentazione del laboratorio partecipato
a cura di ReMida Bologna_Terre d’acqua
il laboratorio sarà attivo dal 21 al 30 marzo

>> nell'ambito dell'Ecofesta 2020

In occasione dell'Ecofesta 2020, quest’anno in relazione con gli obiettivi dell'Agenda ONU 2030, ReMida Bologna_Terre d’Acqua propone un progetto per la creazione di un’opera collettiva della durata di circa 10 giorni all’interno della Piazza Coperta della Casa della Cultura Italo Calvino. L'intento del progetto è quello di creare un collegamento (fisico e metaforico) dell’opera allo spettacolo "il Muro", che si terrà il 31 marzo alle 21.00 in teatro, mediante la realizzazione di intrecci attraverso la sperimentazione di diverse modalità di assemblaggio di differenti materiali di scarto. L’intreccio come legame, come incontro, come relazione, in contrasto alla chiusura dei confini e alla creazione dei muri per dividere.

 

Venerdì 27 marzo, ore 18.30
LA BANALITA’ DEL MA
presentazione editoriale
con Mauro Biani
dialoga con l'autore Luca Bottura
in collaborazione con ANPI - Sezione Calderara di Reno

>> nell'ambito dell'Ecofesta 2020

Le migrazioni, il razzismo, la paura, la violenza. Questi anni di grande transizione sembrano aver trasformato in normale ciò che solo pochi anni fa avremmo trovato folle, orrendo. Sembra che, oramai, ognuno di noi abbia un “ma”, un banalissimo “ma” dietro a cui nascondersi. La matita di Mauro Biani, affilata e poetica, amara e ironica, racconta questo mutamento in "La banalità del ma", una raccolta di vignette, un diario degli ultimi anni che rivela come noi italiani siamo progressivamente scivolati verso la parte peggiore di noi. Dal 25 al 28 marzo sarà possibile visitare la mostra di vignette tratte dal libro di Mauro Biani, presso l’Auditorium della Casa della Cultura “Italo Calvino”.

 

Venerdì 3 Aprile, ore 19.00
ALLA RADICE
electro reading
poesie di Elena Micheletti
musica di Matteo Balasso
video di Daniele Fermani

ALLA RADICE  è un progetto sperimentale di electro reading, nel quale la poesia si unisce ad un dj set di musica elettronica e a proiezioni video. Il trio tenta di indagare il rapporto conflittuale della scrittrice con il tema della paura della morte, superato, nel corso degli anni attraverso il recupero del legame con la figura del padre. Le poesie di Elena Micheletti ci riportano alle origini, all'utero materno, alla terra, alle parole di un padre che non parla, alla morte e al canto dei grilli. La musica, in un set di 40 minuti, segue i luoghi dei versi e ad accompagnare il reading ci saranno proiezioni video per rendere questo percorso un piccolo spettacolo teatrale.

 

COMMUNITY HUB | condivisione, aggregazione, partecipazione

 

Sabato 11 Gennaio, 8 Febbraio, 7 Marzo, 4 Aprile, ore 18.00
PIANO PIANO
promozione dei talenti e della cultura musicale

a cura di Andrea Federico Benassi – Armonie ass. culturale

Quattro incontri serali che intendono approfondire e consolidare le competenze in merito alla scelta e all’interpretazione del repertorio pianistico. Gli incontri sono conditi da momenti di condivisione, ascolto e confronto in modo tale da rendere concreta l’esperienza musicale e offrire strumenti di comprensione dei brani dal punto di vista fisico, emotivo e psicologico.

 

8 Febbraio, 7 Marzo e 18 Aprile, dalle 16.00 alle 19.00
GAME ON!

a cura di 4Tribes

Un incontro al mese per giocare, mettersi in gioco, sperimentare modi di stare insieme, apprendere la cooperazione, affinare il ragionamento e soprattutto divertirsi. Ci saranno ogni volta nuovi giochi da provare, selezionati e messi a disposizione dalle ragazze e i ragazzi dell’associazione 4Tribes, per chiunque abbia voglia di avventurarsi in mondi inesplorati e cimentarsi in nuove imprese.

 

Sabato 22 febbraio, ore 15.30
TORNEO DI CARNEVALE

a cura di Ci.Ca.Sca il Re (Circolo Calderara Scacchi)

Seconda edizione del Torneo di Carnevale: un torneo di scacchi aperto a tutti con sistema di punteggio italo-svizzero.
L’iscrizione è gratuita.

 

Venerdì 28 febbraio ore 18.00
IN VIAGGIO CON…
incontro con Ippolito Chiariello

a cura di Teatro Spazio Reno

Ippolito Chiarello è l'ideatore di un ‘folle’ progetto ormai decennale: il ‘Barbonaggio Teatrale’, una proposta artistica che si ispira alla sua personale esperienza di attore. Ippolito propone i suoi spettacoli, oltre che in teatro, anche per strada o in luoghi non teatrali, vendendoli a pezzi o barattandoli con il pubblico, stabilendo un prezzo per ogni porzione dello spettacolo e distribuendolo al pubblico di passaggio. Si crea una dinamica di gioco per raccontare il mestiere dell’attore e l’importanza del valore del teatro che viene ripensato per ritornare alle origini di un’arte pubblica e politica, con un diretto contatto col pubblico, ripartendo dalla strada, dalla piazza, dall'idea di agorà.

Ingresso libero. È gradita la prenotazione al 051 722700

 

Sabato 14 Marzo ore 16.00
UNO SGUARDO SUL MONDO
inaugurazione mostra fotografica

a cura di Salvatore Lumia

Un viaggio nel mondo attraverso lo sguardo di Salvatore Lumia, che con la sua macchina fotografica riesce a cogliere i particolari che ritraggono sia il presente che il vissuto di un popolo.

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato l’omonimo libro fotografico.

La mostra sarà visibile sabato 14 marzo dalle 16.00 alle 20.00, domenica 15 marzo dalle 15.00 alle 19.00 e lunedì 16 marzo dalle 10.30 alle 19.30.

  

FUCINA CREATIVA | corsi, workshop, esplorazioni

 

ORCHESTRA POPOLARE DEI MANDOLINI

a cura di Antonio Stragapede e Massimo Pauselli

Ogni giovedì dal 16 gennaio al 16 aprile dalle 19.00 alle 21.00

Il progetto nasce dal desiderio di costituire un’orchestra di mandolini, per  ritrovare suoni, sapori e gesti musicali passati, che hanno accompagnato le esistenze dei nostri padri e che oggi rappresentano un pezzo importante della nostra storia. Il laboratorio d'orchestra si svolgerà al giovedì dalle ore 19.00 alle ore 21.00 ed è aperto a tutti, indipendentemente dal livello tecnico di base. Chi vorrà imparare i rudimenti dello strumento potrà partecipare al corso base tenuto da Antonio Stragapede sempre i giovedì dalle 18.00 alle 19.00.

Quota d’iscrizione all'orchestra: 100euro - Quota d'iscrizione al corso base: 100euro

(chi si iscrive al corso base potrà partecipare gratuitamente alle sessioni dell'orchestra)

 

LEGGERE PER TUTTI
laboratorio di lettura ad alta voce

a cura di Anna Amadori

in collaborazione con Biblioteca “Rinaldo Veronesi”

Ogni martedì dal 21 gennaio al 24 marzo dalle 17.30 alle 19.30

"...le visioni polimorfe degli occhi e dell’anima si trovano contenute in righe uniformi di caratteri

 minuscoli o maiuscoli, di punti, di virgole, di parentesi...” Italo Calvino, Lezioni americane

Far affiorare le visioni polimorfe degli occhi e dell’anima di chi scrive è il compito, piacevolissimo, di chi legge di fronte ad altri che ascoltano. È possibile e divertente. Leggere per tutti vi invita a farlo: è un percorso formativo di lettura ad alta voce; valorizza le capacità espressive e comunicative; sviluppa competenze di interpretazione dei testi, accresce la conoscenza della lingua italiana.

Quota d’iscrizione: 70 euro

 

UNA GIORNATA IN SALA PROVE
laboratorio di musica d’insieme

a cura di Valentino Pirino – Armonie ass. culturale

Sabato 1 e 22 Febbraio, 14 Marzo, 4 e 18 Aprile e 16 Maggio, dalle 16:30 alle 19:30

Marcel Proust definisce la musica come alternativa al linguaggio parlato e scritto. Con questo progetto si vuole offrire ai ragazzi e alle ragazze la possibilità di avvicinarsi alla musica, affinché il linguaggio musicale possa diventare un vero canale comunicativo, espressivo e creativo. È un laboratorio che nasce per stimolare attivamente - con la voce e semplici strumenti - la capacità di far musica insieme, di ascoltarsi reciprocamente, di percepire l’insieme. Chi lo ha porti il suo strumento! Partecipazione libera.

 

NON È MAI TROPPO TARDI 2.0
corso di informatica base per adulti e terza età

a cura di Sofia Cerè – Futurlab

Ogni sabato dal 29 Febbraio al 18 Aprile dalle 10.30 alle 12.30

Un laboratorio per imparare l’abc del computer, usare la posta elettronica, navigare in internet, fare chiamate Skype e tanto altro. Il computer verrà messo a disposizione dalla Casa della Cultura.

Quota d’iscrizione: 50 euro

 

MAKE YOUR EXPERIENCE - VIDEO & PUPPETS 2
laboratorio per realizzazione pratica di video creativi

a cura di Riccardo Sivelli - Extralab

Riprende il laboratorio stabile dedicato all'artigianato artistico e alla sperimentazione delle tecnologie. In questa fase del laboratorio l'obiettivo è la creazione ed il montaggio di contenuti video creativi da utilizzare attraverso una App dell’Oculus Go.

Per informazioni Tel 3428857347

 

Valuta questo sito